CEI 0-16 e CEI 0-21 (Edizioni 2019-4): Conformità inverter

23/04/2019
CEI 0-16 e CEI 0-21 (Edizioni 2019-4): Conformità inverter

Facendo seguito a quanto stabilito da ARERA con la delibera 149/2019/R/EEL e alla pubblicazione ufficiale delle nuove edizioni delle norme CEI 0-16 e CEI 0-21 (Edizioni 2019-04) in recepimento a quanto indicato nei regolamenti Europei (UE)2016/631, denominato Rfg (Requirement for Generators), e (UE)2016/1388 (regolamento DCC - Demand Connection Code), i vari produttori di inverter possono ora dare indicazioni precise in merito ai prodotti attualmente in commercio nel nostro paese.

Qui trovate la news integrale sulle nuove normative >>

Ricordiamo in sintesi cosa si è stabilito:

- Le Norme CEI 0-21 e CEI 0-16 - edizione 2016 si potranno applicare per nuove connessioni, in bassa e media tensione, se attivate fino al 21 dicembre 2019 e per tutti gli impianti classificati come "esistenti" (nella definizione delle delibere 592/2018/R/EEL e 82/2019/R/EEL);
- Le nuove Norme CEI 0-21 e CEI 0-16 - edizione 2019 saranno applicabili negli altri casi;
- Per richieste di connessioni antecedenti il 31 marzo 2020 sarà sufficiente una dichiarazione del produttore (redatta ai sensi del D.P.R. 445/00) attestante la conformità alle Norme nell'edizione 2019;
- Per richieste di connessione dal 1 aprile 2020, la conformità alle Norme CEI 2019 dovrà essere attestata tramite una dichiarazione redatta dai costruttori sulla base dei test report effettuati presso un laboratorio di terza parte accreditato.

Di seguito ulteriori indicazioni dei vari produttori:

Inverter SMA:

Alla luce di quanto definito dall'Autorità, SMA dichiarà che relativamente alle connessioni alle reti elettriche di bassa e media tensione attivate entro il 21 Dicembre 2019, rimangono valide le Dichiarazioni di Conformità dei prodotti SMA riportanti almeno le edizioni 2016 delle norme CEI 0-16 e CEI 0-21. 
Nessun problema di connessione, dunque, per gli inverter SB AV-40 e STP TL-20, entro la data sopra citata.

Inverter ABB:

Per quanto riguarda gli inverter ABB rimane valido quanto stabilito dall'Autorità e sopra riportato.
Vi rimandiamo comunque alla news precedente dove venivano date indicazioni utili alla modiofica dei parametri sugli inverter attualmente in commercio.

Inverter SOLAX:

Da un'attenta analisi delle nuove normative non risulta necessaria alcuna modifica hardware sugli inverter attuali.
Pertanto non appena saranno conclusi gli iter per i nuovi accreditamenti e le procedure di prova, verranno ripetuti i test di conformità nei laboratori accrediatati, con un nuovo firmware soddisfacente i seguenti nuovi requisiti:

- Nuova curva P(f) (potenza in funzione della frequenza). La limitazione di potenza comincia a 50.2 Hz invece che a 50.3 Hz.
- Limitazione della potenza attiva per i SdA dipendente dalla frequenza. Normale comportamento tra 49,8 Hz e 50,2 Hz e limitazione fuori da tale range secondo curva fissa
- Nuovi profili per il Fault Ride Through profiles. Cambiano le curve di tollerabilità e reazione ai buchi di rete
- Range di funzionamento in frequenza cambiato sul limite alto; 50.2 Hz invece che a 50.3 Hz

Risultano inoltre già soddisfatti i requisisti relativi al test di immunità alla deriva veloce di frequenza (2.5 Hz in 1 secondo) e i requisiti su EPS (Emergency Power Supply).

Inverter SOLAREDGE:

L'intera gamma di inverter SolarEdge che viene attualmente prodotta sarà compatibile con le nuove normative previo aggiornamento firmware che sarà rilasciato entro le tempistiche previste.
L'aggiornamento firmware per gli inverter con SetApp verrà eseguito direttamente da uno smartphone usando l'applicazione mobile SetApp, mentre gli inverter SolarEdge con schermo LCD verranno aggiornati tramite scheda SD.
Durante il periodo di transizione sarà possibile selezionare ed installare una versione firmware meno recente, compatibile con il codice prima della variazione, permettendo un compatibilità all'indietro qualora richiesto.

Inverter KOSTAL:

Anche per gli inverter Kostal non saranno necessarie modifiche hardware, pertanto tutti i modelli attualmente in commercio saranno aggiornabili alle nuove normative tramite un semplice aggiornamento software.

Inverter FRONIUS:

Per quanto riguarda gli inverter Fronius per le serie Froniu Primo, Fronius Symo e Fronius Eco verranno rilasciati aggiornamenti firmware, le dichiarazioni e i certificati necessari entro i termini previsti.
La serie Fronius Galvo invece non potrà soddisfare i requistiti delle nuove normative e pertanto utilizzabili solo se l'impiato verrà attivato entro il 21 Dicembre 2019.